Smoooke on the waaaaater

Fumare.

Non ha senso.

Non. Ha. Senso.

Ogni volta che chiedo a qualcuno perché fuma, mi vengono date risposte che non rispondono. Ragioni inesistenti. Eppoi vabbè, mi duole dirlo, è uno di quei casi in cui i simpatici “psicologi dell’ età giovanile” potrebbero anche avere ragione: fai parte di un gruppo, hai modo di parlare, ti senti più grande, scacci lo stress, la timidezza in qualche modo si affievolisce. E la dipendenza, poi, non è che sia questo gran problema… si può essere dipendenti da tremila altre cose, che destano meno scalpore. Io ad esempio sono dipendente da… ehm…

Giusto, scordavo che chi soffre veramente di dipendenza da qualcosa non lo ammette. In tal senso, se scrivessi qui pubblicamente che mi dovrei disintossicare da Internet sarebbe come dire che non è vero, no?

Quindi: mi dovrei disintossicare da Internet. Ta-daaaaaaaaaaaaan! E ora voglio vedere chi mi spedirebbe in web-rehab.

Ma torniamo al discorso iniziale: ciminiere umane. Ovunque. Diciamoci la verità, vedere un adulto che fuma è normalissimo, non ti fa venire la faccia da WTF?! in un petosecondo, anzi ci sono adulti che riesci ad immaginarteli automaticamente mentre fumano: Audrey Hepburn col bocchino lunghissimo, il tenente Colombo, Bob Marley, Nana Osaki, Rita Hayworth sulla locandina di Gilda. Ma a quei tempi erano poi già consapevoli dei rischi (per Nana non vale la domanda)? Direi di no.

Il discorso cambia se a tirare grosse boccate da Brucaliffo è un tinèger. Un fanciullo o una fanciulla. Un adolescente. E lo so, molte volte il fumatore grande è così proprio perché era un fumatore piccolo. Però io non riesco a considerare un mio coetaneo che fuma altrettanto consapevole di un 30enne che fa lo stesso: credetemi, ci passa un abisso.

E poi, Signoreiddio, a 17 anni ti vuoi già prendere cancro, pelle grigia, squame, occhio spento, tosse scatarrosa, disturbi respiratori, difficoltà a fare sport? Ma veramente, parafrasando Caparezza, chiccazzo te lo fa fare? (In realtà ci sono varie risposte a questa domanda.)(Ma se ve le elencassi tutte, sembrerei una di quelle pallose signorine Rottenmeyer che odio e alla fine istigano i giovani a fare uso di droghe.)

Comunque ultimamente mi sto preoccupando, sono troppo bacchettona. Devo smetterla di leggere manuali di educazione vittoriana.

 

20 Luglio 2001 – 20 Luglio 2010: le ricorrenze tristi sono ormai troppe ultimamente

Anche se voi vi credete assolti, siete lo stesso coinvolti

(F. De André – Canzone del Maggio)

In memoria di Carlo Giuliani, semplicemente un ragazzo. Semplicemente manifestante per le sue idee. Assurdamente ucciso.