Per la prima volta, apro alla pseudodemocrazia

Allora: lo spread fra la mia voglia di fare e le cose che effettivamente devo fare sta raggiungendo livelli inimmaginabili. Ancora un po’, e altro che culone spaccaballe ad incalzarmi: verrò automaticamente declassata. Stress dovunque. Martern aller Arten mögen meiner warten. Non ho nemmeno il tempo di andare  a vedere Midnight In Paris, e dopo questa mia rivelazione vi suggerisco un silenzioso contegno e solidarietà nei miei confronti. Ma ciance alla banda, passiamo a cose meno serie.

Ho deciso di dare il buon esempio al mondo. E signori, non è un progetto troppo ambizioso, bensì una precisa volontà di miglioramento. Riflettendo sulla democrazia e i suoi paradossi, e giungendo alla conclusione che non esiste e non esisterà mai, ho deciso di ergermi (con umiltà, s’intende) a cattedra di legalità e moralità. Come me nemmeno una quacchera. Quindi, darò a voi lettori un rarissimo esempio di lettorecrazia, una scintilla di potere sulle sorti di questo blogghetto. Tutto ciò si riassume in un sondaggino, in poche parole. Anzi due. Madamina, il catalogo è questo:

(CHIUSO!)

E poi…

 (CHIUSO!)

Bè.  Come potete vedere, le opzioni le ho scelte io, ma non potete mica pretendere di scegliere tutto alla prima imbeccata. Votantoniovotantonio. Cià cià.

About these ads

29 thoughts on “Per la prima volta, apro alla pseudodemocrazia

  1. voto in chiaro perché non si contempla una risposta (me lo permetti ?)
    di storia fallo dove vuoi, basta che sia ben documentato e magari ci tiri assiomi sul presente, o prossimo passato e-o futuro a breve. Fido, e son curioso, del tuo senso …
    e scusami la pretesa dell’ impegno che ti ci vorrà
    il personaggio ILARIA DEL CARRETTO (Lucca)
    arichiedo venia

  2. Concordo con La Ragazza con la Valigia sul fatto che i post storici “dovresti farli SIA sul blog CHE sulle riviste”.
    E l’ho scritto anche lì sotto.
    Ah, già. Ho votato. ^^

  3. al primo non ho votato perché in teoria per me dovresti farli SIA sul blog CHE sulle riviste. e l’opzione non c’era.
    nel secondo sono stata tentata dalla prima perché non ho idea di chi sia, e così magari imparavo qualcosa. ma alla fine ho votato per stanzi ^^
    ps. ASSOLUTAMENTE NO alla austen!!! chiunque ne sa qualcosa, ormai mi ha rotto le balle, dicci delle cose nuove su persone nuove :D

  4. Sul secondo sondaggio ho votato per Maria Cristina Beatrice Teresa Barbara Leopolda Clotilde Melchiora Camilla Giulia Margherita Laura Trivulzio ma per quel poco che ti conosco penso che il prossimo post sarà su Jane Austen

    • in realtà ero propensa tantissimo per Maria Cristina Beatrice Teresa Barbara Leopolda Clotilde Melchiora Camilla Giulia Margherita Laura Trivulzio, forse per il periodo che sto attraversando (hehehehe), ma la volontà popolare sarà sovrana (questa l’ho già sentita)… vedremo chi la spunterà. Lotta all’ultimo sangue. Intanto però nessuno si fila la povera Constanze!

    • hahaha che carine tutte! Il problema è che non posso scrivere due volte lo stesso articolo, o i magazine mi spellerebbero! PS. magari adesso la risposta di qualche fan adorabile sarebbe “allora scrivicene due”, ma non ho proprio tempo materiale ;)

      • Prova a modificare la stesura: stesso argomento, ma con diverso taglio di registro… Puoi sempre apportare alcune modifiche nello stile, nella scelta dei dettagli biografici e nelle citazioni da riportare nel testo.
        L’ossatura rimarrebbe pressoché la stessa, ma la consistenza della polpa e la muscolatura del testo saresti tu a determinarla, e variarla, a seconda delle circostanze. In tal modo, avresti due articoli simili e però diversi.

        • IDEA GENIALE! Degna di te!!! Se ti avessi qui vicino ti offrirei un macaron come premio. Bravo! Vedrò cosa potrò fare, e mi metterò all’opera una volta chiuso il sondaggio… vedete, mi piego alla vostra volontà umilmente.

          • :) Non ho motivo per dubitare dei risultati, che saranno sicuramente all’altezza del tuo talento.

            P.S. “Intanto però nessuno si fila la povera Constanze!”
            Ohh personalmente, in merito alla triade da te proposta, non ho avuto dubbi! Ho votato subito per la mogliettina, un po’ santa e un po’ avida, di Mozart.
            Costanze Weber è lei giusto?!?

I tuoi commenti alimentano l'industria dei miei sproloqui. Contribuisci! (Non scordare il bon ton)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...