L’Italia è un Paese per donne?

 

Le Giovani non più disposte a tutto saranno in piazza per dire non più disposte a farci consumare. Non ci appartiene una visione moralistica, nè ci interessa giudicare la vita degli altri, vogliamo semplicemente scegliere in autonomia la nostra vita, cosa essere e cosa diventare. Vogliamo che anni di impegno, di studio, di lavoro siano il passaporto per il nostro futuro.

Francesca Comencini, regista

About these ads

17 thoughts on “L’Italia è un Paese per donne?

  1. Ciao Lady Lindy, entro in punta di piedi e chiedendo permesso. È il primo post che leggo del tuo blog. Vedi, l’Italia non è un paese per donne, ma neanche per trentenni, quarantenni, uomini di buona volontà…in poche parole l’italia non è più un paese, o meglio non è più il paese di nessuno. Le problematiche delle donne sono centomilavolte più pesanti di quella degli uomini sicuramente, carriera, lavoro, politica ecc.. perchè dall’altra parte c’è ancora qualcuno che pensa come un padre padrone. In politica non si vedrà mai “oltre allo sporadico caso di Nilde Jotti” una donna con una alta carica politica semplicemente perchè i capi di partito sanno che li metterebbero in riga dopo pochi mesi. Alla fine degli anni ottanta e inizio anni novanta due donne ebbero il coraggio di affrontare un discorso politico “scorrettissimo” ma di grande impatto per svegliare gli animi, far aprire gli occhi a donne che si erano assopite dopo la lotta degli anni settanta. Due pornostar non furono capite dal popolo femminile, almeno quello puritano, e sbeffegiate da quello maschilista. L’italia è un paese per donne? Spero tanto di si, c’è bisogno di ordine e correttezza. Adesso esco e chiudo bene la porta.

  2. Buona domenica Carissima Lady Lindy!Allora, che dire?Credo che la dichiarazione che hai citato della Comencini rappresenti al meglio la manifestazione di Domenica, che, alcuni, continuano a ritenere una sorta di rivendicazione di puritanesimo e una sorta di guerra sante vs troie.
    Mi sono pure stufata di ripetere le cose, mi sa che devo stamparmi tale dichiarazione e quando uno ricomincia con la solfa “Eh, era una manifestazione di Puritane vs Zoccole”, dare un fogliettino.
    Che poi fosse anche contro il mafio-nano nessuno lo nega, ma tant’è.
    Il problema di fondo, a mio parere, è che sono i media, oltre che il governo, che esige questa differenziazione: basta vedere la Carfagna, che sappiamo bene da dove arriva, eppure ora veste solo tailleur eleganti, sobri, ecc, giusto per far vedere “Ora sono una donna diversa”-_-”’.
    Che poi dalle cose più piccole alle più grosse sarebbe da rivendicare l’uguaglianza delle donne, basta spot dementi con donne con il ciclo che ancora po’ fanno il salto triplo carpiato, basta donnine nude per pubblicizzare la vite-_-, basta spot dove le donne devono essere sempre anoressiche, in forma e ricevono consigli dietetici da maschi obesi.
    E ancora… basta ometti che ti guardano dall’alto in basso, nella vita di tutti i giorni, per aver espresso un pensiero ed anzi si offendono se usi dei termini acculturati, dicono, loro, che vuoi metterli in un angolo, dimostrare la propria superiorità culturale, intellettuale, ecc -_-.
    E poi se una donna sbava su un bel ragazzo, è una zoccola superficiale, se un uomo allunga le mani su una bella ragazza, “eh ma un uomo, bisogna capirlo…la sua è galanteria” -_-””’
    Scusa il lungo sproloquio…buona domenica

    • cosa aggiungere… che non sia già stato scritto?
      Per non citare poi il pensiero comune: un uomo con molte donne è un casanova, un figo che riesce a farsene molte; una donna con molti uomini è una puttana della peggior specie.

  3. E’stata una manifestazione grandiosa.
    Le Donne, quelle con le palle, armate del loro disagio per cotanta goffaggine, stupidita’ e superficialismo, di una mandria di seguaci del nanopriapo, desiderosi solo di emulare il nano con la pompetta.

    Era anni che non facevo un corteo con così tanta brava gente.

    Ciao
    Zac

    p.s.
    La Finocchiaro non ha bisogno di risultare brutta o bella.
    Definire pietosi i lungometraggi della Comencini significa andare al cinema solo quando esce il cinepanettone.

    • sono contenta che abbia lasciato tanto entusiasmo! Però, speravo che non venisse bollata solo come “delle donne”, siccome adesso dovremmo scendere in piazza tutti, donne uomini anziani bambini animali, perché non se ne può più!!!

      P.S. A me come attrice non dispiace.
      A me come regista non dice molto.

  4. Mah, a me sembra che la Finocchiaro abbia sfruttato la sua bruttezza per fare carriera al pari di quelle che per arrivare sfruttano la bellezza. Di talento da parte della Finocchiaro non ne vedo proprio.. Quanto alla Comencini, ho sempre trovato pietosi i suoi film, e se non fosse stata figlia di cotanto padre dove sarebbe arrivata?

    • a me la Finocchiaro piace, non è poi così urenda come attrice, dai… ^-^

      della Comencini, mi rifiuto. Però non stimo parlando della bellezza/bravura delle attrici che ci hanno messo la faccia per lo spot, quanto della manifestazione e della condizione delle donne in Italia.

  5. La madre prudente

    Ma fija mia, indove sta er decoro?
    Come!? er sor conte te porta ‘n anello,
    e te je vai a mette in ner cervello
    la sofisticheria che c’ è poc’ oro!

    P’ er primo giorno t’ ha da da’ un tesoro?
    Tu fatte arigalà: mo imberta quello,
    e un’ altra volta l’ averai più bello.
    Se sa, tutte le cose ar tempo loro.

    Già che te manna iddio sto pezzo d’ onto,
    fija mia, fa’ la parte che te tocca:
    nun te lo disgustà, tiettel’ acconto.

    Er ricusà rigali è agì da sciocca.
    Pijelo, Tuta: nun je fa’ st’ affronto.
    Caval donato nun se guarda in bocca.

    G. G. Belli 23 feb. 1835

    imberta: intasca
    pezzo d’ onto: unto, balordo

      • avreste ad incontrarle ste madri, e quando le scoprirai vedrai sono in maggioranza, ti ci allesserai (cotte lesse) le mani, e concludi niente
        come i babbi minchioni, che vivono per l’ apparenza e in casa, se ci stanno, è per avere tutti al loro desiderio; così le madri, asservite al marito, i loro fasti anelano con figlie avvenenti: indole da troia ereditaria

        • le troie non sono per forza belle, eh! Per chi va a troie van bene tutte, basta che abbiano ciò che serve (e tutte le femmine ne son dotate fino a prova contraria).

          Ah, è vero, avrei un bel da menare. Ma a botte nessuno ha mai cambiato il suo essere…

  6. Se l’Italia fosse stato un Paese per DONNE molte colleghe della Finocchiaro avrebbero fatto tanta meno fortuna.
    Appuntino di correzione al promo, vitelloni è un capolavoro e non un film sul macismo maschile come sembra far trasparire l’attrice e avrebbe dovuto dire anni 70 non 50, Pierino nella classe dei ripetenti non è certo opera di Fellini.

I tuoi commenti alimentano l'industria dei miei sproloqui. Contribuisci! (Non scordare il bon ton)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...